Archivi tag: autori

9 dicembre presentazione: Curre Curre Guagliò Storie dei 99 Posse

>currecurreMARTEDÌ 9 DICEMBRE 17.30
CURRE CURRE GUAGLIÒ storie dei 99 Posse
ed. Baldini & Castoldiincontro con Rosario Dello Iacovo

Curre curre guagliò, storie dei 99 Posse è una biografia atipica perché non focalizza l’attenzione solo sulle vicende del gruppo, proponendo la consueta carrellata di dischi e concerti, ma le utilizza per raccontare l’Italia, soprattutto Napoli.
Un viaggio attraverso gli occhi di ragazzini cresciuti in fretta in quei quartieri popolari, in quei paesi dell’hinterland, dove si affacciano alla vita, si innamorano della musica e della politica. Quei ragazzini sono Luca ‘o Zulù, Massimo Jrm, Marco Messina e Sacha Ricci e di quelli che condividono pezzi di strada del loro cammino, come Meg, i Bisca e Sergio Maglietta, Speaker Cenzou e Valerio Jovine, Rosario Dello Iacovo e Diego Magnetta.
La base di partenza è il centro sociale Officina 99, l’anno il 1991, quando una band nata quasi per caso – con un forte imprinting politico – inizia il percorso che la porterà a diventare fenomeno mediatico e campione di vendite.
Curre curre guagliò è anche la storia degli ultimi decenni, vista dalla prospettiva di tutti i protagonisti: ci sono gli anni settanta e gli echi della rivolta; gli ottanta, con la sconfitta del sogno rivoluzionario e la Resistenza sotterranea; il punk, le prime esperienze all’estero, gli squat di Londra, il vecchio Leoncavallo, il Tienament di Soccavo.
Ci sono gli autonomi e gli anarchici, i comunisti e gli operai, i disoccupati, il movimento per la casa e gli squatter, le posse, la Pantera e Officina 99, i No Global e la Terra dei Fuochi. C’è l’impegno internazionalista in Palestina, in Medio Oriente e in Chiapas. Ci sono Genova 2001 e Carlo Giuliani.
Sempre come parte di quella voce collettiva che contesta i potenti della Terra.
Un’opera corale, dove in certi casi si fa fatica a ricordare tutti quelli coinvolti, quelli che si sono persi per strada, quelli che non ci sono più, perché tutti insieme sono davvero tante e tanti.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail

Incontro con lo scrittore americano Robert Ward sabato 22 febbraio 18,30

copertinaQuello che accadrà sabato 22 febbraio in libreria sarà una cosa irripetibile. Uno scrittore americano, Robert Ward, che sta girando le librerie d’Italia come una rock star, viene a raccontarci la sua storia.
Ci sarà un interprete che tradurrà per tutti, ci saranno letture e forse della musica, è possibile, anzi spero, che Robert Ward suoni il piano come ha già fatto in altre librerie, ci sarà il traduttore e curatore del libro Nicola Manuppelli che avrà molto da raccontarci anche lui:  The Outlaws/I Fuorilegge,   la collana in cui stato pubblicato il libro, è un interessantissimo progetto editoriale del nuovo editore Barney, una storia appena iniziata. Io partecipo.

Il libro Quando nel 1985 Robert Ward pubblicò Red Baker, romanzo accolto da un enorme successo di critica e vincitore del Pen West, non sapeva che il libro fosse destinato a scomparire dalle librerie per un bel po’ di tempo. Riapparve più avanti, sull’onda di un feroce passaparola. Red Baker era divenuto una sorta di oggetto di culto fra scrittori come Robert Stone, Richard Price, Michael Connelly, Cristopher Hitchens, James Crumley, Laura Lippman. Oggi Ward è autore di undici romanzi e un libro di nonfiction. Red Baker è stato paragonato a Il grande Gatsby di Fitzgerald e soprattutto a Furore di Steinbeck, per la capacità di dare voce alle classi più svantaggiate e meno rappresentate.

1506912_1525423487683080_91261828_nL’autore Robert Ward, nato a Baltimora, attualmente vive a Los Angeles.
Il primo romanzo, Shedding Skin, pubblicato nel 1972, ha vinto il National Endowments for Arts. Ha fatto parte della corrente del New Journalism, guadagnandosi la stima di autori come Tom Wolfe.
Dopo la pubblicazione del quarto romanzo, Red Baker, nel 1985, ha cominciato a scrivere per la televisione. È autore e produttore di serie come Hill Street Blues e Miami Vice.

Scopri cos’è il peogetto Fuorilegge su Facebook, troverai le foto e i video di tutti gli incontri.
Un po’ di articoli che raccontano il Robert Ward Tour nelle più belle librerie indipendenti d’Italia:
Vanity Fair
 Libreria Riminese
Eventi Romagna
Radio Onda D’Urto Brescia
Torino

le date del tour, insieme a  Milano, Boglogna, Firenze, Roma, Venezia… c’è anche Telese 🙂

date.tour

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail