Archivi tag: Mondadori

Incontri di novembre #1

INCONTRO CON L’AUTORE
Angelo Polimeno, parlamentarista del Tg1
venerdì 6 novembre 17.30
Biblioteca dell’istituto Telesi@

Non chiamatelo euro” ed. Mondadori

coordina l’incontro il giornalista Gabriele PAstore

la libreria sarà chiusa nel pomeriggio per allestire il banchetto con i libri dell’autore presso la fondazione.

L’incontro è patrocinato da
-Comune di Telese Terme
-Pro Loco Telesia
-Università degli Studi del Sannio


bambini in libreria con la scuola picGRUPPO DI LETTURA 8/10 anni
sabato 7 novembre ore 15,00

Porta il tuo libro preferito!
per informazioni e iscrizioni:
0824/940674

 



COCCOLE LETTERARIE
,

leggiamo insieme un bel libro…per un viaggio ricco di emozioni!

Il laboratorio rivolto ai bambini dai 3 ai 5 anni accompagnati da mamma e papà ( o uno dei due) è a cura delll’ Associazione Esagono-Clinica, Formazione e Ricerca in Psicologia in collaborazione con Libreria Controvento

 Orario: dalle 16.30 alle 18
Date: sabato  7-14-21-28 novembre
Costo: € 8 ad incontro
PRENOTAZIONE NECESSARIA :
0824/940674
posta@libreriacontrovento.it
whatsapp 3273338694
Un pomeriggio dedicato alle coccole: ascoleteremo una bella storia e daremo voce alle emozioni in modo creativo, i bambini realizzeranno poi un lavoretto speciale fatto con il cuore e con le mani. 


incontro con l’autore
MARCO MARSULLO
mercoledì 11 novembre ore 18.30
Fondazione Gerardino Romano Telese Terme
I miei genitori non hanno figlied. Einaudi

la libreria sarà chiusa nel pomeriggio per allestire il banchetto con i libri dell’autore presso la fondazione.

“Ci sono figli di colleghi di mia mamma più bravi di me in qualsiasi cosa, più educati, meglio pettinati, meglio vestiti, più svegli, affettuosi. Ci sono figli di colleghi di mia mamma che, forse, sono anche più figli di mia mamma rispetto a me”. Un diciottenne prende la parola e fa a pezzi il mondo degli adulti, e i propri genitori, smascherando la fragilità di una generazione che non è mai davvero cresciuta. Del resto i genitori sono uguali ai bambini, bisogna prenderli come vengono. Una commedia divertente, corrosiva e tenera, sghemba come tutte le famiglie, dove bisogna adattarsi “l’uno alla forma sbagliata dell’altro per non sparire del tutto”.


gruppodilettura.testata.scarpe.250
GRUPPO DI LETTURA 15/18

lunedì 30 novembre ore 14.30

per informazioni 0824/940674


parleremo di
:
-Il Budda delle periferie, di Anif Hanif Kureishi
-Il primo uomo, di Albert Camus
-Ci vediamo a Venezia di Suzanne Ma
-Memorie di una ragazza perbene si Simone de Beauvoir
-Il signore delle mosche di William Golding
-Il giovane Holden di J.D. Salinger
-L’evoluzione di Calpurnia di j. Kelly
-Io sono Malala di Malala Yousafzai
-A un cerbiatto somiglia il mio amore, e Qualcuno con cui correre di -D. Grossman
-La ragazza dello sputnik di. H. Murakami
-La sottile linea scura, di Joe R. Lansdale
-Stargirl di Jerry Jerry Spinelli
-Questo è tutto di A. Chambers
-i piccoli maestri, di Luigi Meneghello
-Io partigiana di L. Menapace


il primo uomo libreria controvento albert camus bompianiGRUPPO DI LETTURA ADULTI
giovedì 26 novembre ore 20.00

IL PRIMO UOMO
di Albert Camus
ed. Bompiani

Per saperne di più sul libro e l’autore guarda questo video a cura di Rai Letteratura

Per informazioni  0824/940674

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail

George, di Alex Gino recensione di Eleonora del gruppo di lettura

George Alex Gino recensione di Eleonora libreria Controvento E’ appena uscito per Mondadori Ragazzi «George» di Alex Gino, pensato per raccontare la transessualità agli adolescenti.
In fondo all’articolo, altri link e approfondimenti.

Con i ragazzi del gruppo di lettura abbiamo avuto l’opportunità di leggerlo in anteprima
Eleonora, 17 anni, lo ha recensito per noi.
***
Ho avuto la possibilità, con il gruppo di lettura della libreria Controvento,
di leggere in anteprima le bozze di George, il romanzo di Alex Gino edito da Mondadori.

George è la storia di un bambino, George appunto, che inizia a scoprire il suo corpo e a sperimentare di conseguenza i primi dubbi; non si trova infatti a suo agio nel suo corpo perché sente di essere una bambina.
Il suo più grande desiderio è quello di vestirsi da femmina, di essere chiamata Melissa, di poter essere semplicemente “sé stessa”, ma ha paura di ciò che potrebbero pensare i suoi amici e soprattutto la sua famiglia.

In questo libro, Alex Gino affronta un tema estremamente attuale e condivido in pieno la sua scelta di vederlo attraverso gli occhi ingenui e speranzosi di un bambino.
Inoltre mi è piaciuto e trovo molto originale il fatto che per tutto il libro il narratore si riferisca a George al femminile, come a voler trasmettere il modo in cui lui stesso si percepisce.

Il vero punto di forza del romanzo, però, si trova secondo me nella delicatezza con la quale sono espressi i sentimenti e nell’intensità dei legami affettivi fra i personaggi.
È tenero, anzi, è tenera George quando ha paura di rivelarsi agli altri e cerca da sola la propria identità nelle riviste femminili.
È dolce la sua amica che non solo accoglie il segreto di George senza esitazione, ma lo incoraggia anche e lo aiuta quando alla recita scolastica vuole interpretare il ragno Carlotta invece di un personaggio maschile.
È coraggiosa la mamma quando infine accetta con amore l’identità del figlio e supera la paura del giudizio altrui.
Ed è meraviglioso il fratello maggiore di George che, descritto inizialmente con tutti gli
stereotipi di un adolescente pigro e un po’ svogliato, rivela invece di possedere una sensibilità fuori dal comune.

I personaggi sono credibili e ben costruiti, così come è verosimile il candore con cui George viaggia alla ricerca del suo essere.

Una pecca può essere costituita dal linguaggio forse fin troppo semplice, adatto certamente alla giovane età dei protagonisti, ma che può far apparire il libro un po’ banale ai lettori della mia età. (Eleonora ha 17 anni ndr)

A parte questo, George è comunque una lettura piacevole e molto scorrevole che consiglierei a ragazzi e ragazze che entrano nell’adolescenza e iniziano il viaggio alla scoperta di sé stessi e della propria identità.
Eleonora Fonzo, 17 anni

Approfondimenti
Pagina Mondadori con recensioni di bibliotecari, esperti di letteratura per l’infanzia, educatori, traduttori, ed esperti di gender studies
Internazionale: Matteo Colombo, traduttore del libro, ci racconta di come ha lavorato con le parole
La 27esima ora articolo di approfondimento con contributi di Paolo Valerio, professore di Psicologia clinica all’Università Federico II di Napoli e presidente dell’Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere,

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail

Maggio dei libri, tutti gli eventi in libreria Controvento Telese Terme

Sabato 9 maggio dalle 15 alle 16 secondo incontro del Gruppo di Lettura bambini 8 – 10 anni
I libri da leggere sono (uno o più):
“Ottoline va al mare” di Chris Riddel Il Castoro bambini e ragazzi
“Agata dè Gotici” di Chris Riddel ed. Il Castoro
“Lettere con pelo e piume” di Philippe Lechermeier e Delphine Perret ed. Il Castoro


  Sabato 9 maggio ore 16.30
COCCOLE LETTERARIE
, primo incontro
leggiamo insieme un bel libro…per un viaggio ricco di emozioni!
————————–————————–——————–
Il laboratorio rivolto ai bambini dai 3 ai 5 anni accompagnati da mamma e papà ( o uno dei due) è a cura delll’ Associazione Esagono-Clinica, Formazione e Ricerca in Psicologia in collaborazione con Libreria Controvento

Orario: dalle 16.30 alle 18
Date:  9-23-30 maggio   13-20 giugno
Costo: € 8 ad incontro
PRENOTAZIONE NECESSARIA : 0824/940674 posta@libreriacontrovento.it whatsapp 3273338694
Un pomeriggio dedicato alle coccole: ascoleteremo una bella storia e daremo voce alle emozioni in modo creativo, i bambini realizzeranno poi un lavoretto speciale fatto con il cuore e con le mani.


 Domenica 10 maggio ore 11.30
STORIE PER CHI LE VUOLE

letture animate per tutti  bambini
NON OCCORRE PRENOTARE!

 


MARTEDì 12 MAGGIO ore 20
GRUPPO DI LETTURA RAGAZZI
15/18 anni

-Parole Fuori, AA VVed. Il Castoro bambini e ragazzi
-Fabrica delle meraviglie, S. Cameron ed. Libri Mondadori
-Pirate, C. Rees ed. Adriano Salani Editore

 


SABATO 17 MAGGIO ORE 16.30
LA COSA PIU’ IMPORTANTE
laboratorio di espressione corporea e vocale
a cura di Sara Bucci

bambini dai 4 anni in su  accompagnati da un adulto
costo: € 10,00 a bambino
prenotazione obbligatoria.

Informazioni:
tel: 0824/940674
posta@libreriacontrovento.it
whatsapp 3273338694


 Braccialetti rossiGIOVEDì 21 maggio ore 15 ATTENZIONE CAMBIO DATA!
GRUPPO DI LETTURA SCUOLE MEDIE 11/14

Braccialetti Rossi
di Albert Espinosa ed. Salani

 


 Domenica 24 maggio 2015 ORE 11.30 primo incontro
LANA IN FABULA
, Ietture e  laboratori creativi per accrescere la manualità del bambino
a cura di di LAILANA
Nel Paese delle pulcette  di Beatrice Allemagna ed. Phaidon 
Una favola divertente sulla differenza e la tolleranza, capace di catturare l’interesse di ogni bambino

lettura animata e creazioni con la lana naturale
per bambini dai 5 anni in su’

Domenica 7 giugno 2015 secondo incontro
alle 11:00
TelaiAmo insieme realizzazione di un lavoro con il telaio

COSTO : 10 euro.
PRENOTAZIONE:  0824/940674 whatsapp 3273338694
I lavori realizzati e il materiale potranno essere conservati dai bambini.


MARTEDì 26 MAGGIO ORE 20
Gruppo di lettura adulti

IL libro scelto per il QUATTORDICESIMO incontro è:
Furore di John Steinbeck ed. Bompiani

nuova traduzione italiana dopo 70 anni senza censure!
leggi l’articolo de LA Stampa che ne celebra l’uscita qui


 Venerdì 29 maggio ore 18.30
Incontro con l’autore
GIGI DI FIORE
La Nazione Napoletana, controstorie borboniche e identità suddista” ed. Utet

 



MARTEDì 2 GIUGNO ore 17 Abbazia di San Salvatore Telesino
in occasione di VERSUS (filmare il viaggio) festival internazionale del documentario di viaggio e del cammino

Odissea, la più grande avventura di viaggio mai narrata.
Riportiamo in piazza il racconto orale, come si faceva tanti anni fa: una grande storia, un pannello con le tappe del viaggio, un cantastorie per incantarci tutti.
Come canovaccio della storia ci serviremo del libro
Odissea” di Nicola Cinquetti edito da Lapis e illustrato da Desideria Guicciardini

Il cantastorie: Carlo Esposito, uno dei lettori più assidui del gruppo di lettura della libreria, appassionato lettore delle grandi storie del passato è cantastorie di professione: tutte le sere infatti, inventa e racconta storie per le sue bambine.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail

Gruppo di lettura ragazzi 14 – 18 anni proposte di lettura

Per il prossimo incontro del gruppo di lettura ragazzi 14 – 18 anni valuteremo i libri da scegliere tra questi 8 + 2 (i due in più sono quelli letti e raccontati dai ragazzi)  indicati di seguito.
Tutti i titoli sono disponibili in libreria per essere visionati e consultati 🙂
la libraja aspetta i vostri 3 prescelti entro sabato 28 -se possibile!-

Fisica della malinconia di Georgi Gospodinov ed Voland
letto e raccontato da Jacopo 🙂

Un ragazzo è affetto da una strana sindrome: soffre di empatia, è capace di immedesimarsi nelle storie degli altri. Inizia così un viaggio nel mondo del possibile, nel labirinto dei sentimenti mai provati, delle cose mai accadute eppure reali più del reale stesso. Questo “io” coraggioso e impertinente va e viene dal passato, fa incursione in un futuro di cui abbiamo già nostalgia, e ritorna con un inventario di storie sull’autunno del mondo, sui Minotauri rinchiusi in ognuno di noi, sulle particelle elementari del rimpianto, sul sublime che può essere ovunque.

La Meccanica del cuore di Mathias Malzieu ed. Feltrinelli
letto e raccontato da Giovanna 🙂
Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultare fatali. L’amore, innanzitutto. Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. L’impavido eroe, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. Non lo spaventa la fuga né la violenza, nemmeno un viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada alla ricerca dell’incantevole creatura, in compagnia dell’estroso illusionista Georges Méliès. E finalmente, due figure delicate, fuori degli schemi, si incontrano di nuovo e si amano. L’amore è dolce scoperta, ma anche tormento e dolore, e Jack lo sperimenterà ben presto. Intriso di atmosfere che ricordano il miglior cinema di Tim Burton, ritmato da avventure di sapore cavalleresco, La meccanica del cuore è al tempo stesso una coinvolgente favola e un romanzo di formazione, in cui l’autore, con scrittura lieve ed evocativa, punteggiata di ironia, traccia un’indimenticabile metafora sul sentimento amoroso, ineluttabile nella sua misteriosa complessità.

Pirate di Rees Celia ed. Salani
1725. Nancy è la bella e giovane figlia di un ricco mercante inglese. L’improvvisa morte del padre la mette di fronte a quello che il genitore aveva pianificato per lei: sposare un ricco proprietario terriero in Jamaica. Nancy raggiunge la splendida isola caraibica e se ne innamora, ma non può fare a meno di soffrire per la povertà che vi regna e di provare ribrezzo per il futuro sposo. Per salvare la sua schiava personale da una violenza uccide un bianco e si vede costretta a fuggire: unica possibilità di salvezza, una nave di corsari… Ambientata agli inizi del Settecento, una storia tutta colpi di scena, un romanzo d’avventura e d’evasione che ha per protagoniste due ragazze “corsare per caso”.

Parole Fuori, AA VV, Il Castoro
Un libro evento che si candida a diventare il libro di riferimento degli adolescenti di oggi.
Dodici storie per raccontare le emozioni più intense, con le parole e con le immagini. Quelle emozioni che stanno sepolte nello stomaco, che non sempre siamo capaci di riconoscere. A cui è difficile dare un nome. E che è difficile portare fuori, allo scoperto. Desiderio, Vergogna, Timidezza, Dolore, Amore, Disperazione, Paura, Gioia, Coraggio, Colpa, Gelosia, Odio. Dieci grandi scrittori e due autori di graphic novel esprimono in questo libro quello che a volte grida forte ma non sappiamo dire.
GLI AUTORI: Pierdomenico Baccalario, Paola Zannoner, Silvana Gandolfi, Sara Colaone, Beatrice Masini, Lodovica Cima, Guido Sgardoli, Alessandro Baronciani, Antonio Ferrara, Luisa Mattia, Fabrizio Silei, Antonella Ossorio.

La lingua salvata, Elias Canetti ed. Adelphi
Fin dal suo apparire, nel 1977, questa «storia di una giovinezza» è stata accolta da molti come un «classico immediato», uno di quei libri destinati a restare, che coinvolgono profondamente ogni specie di lettori. Con la sua prosa limpida, tesa, vibrante in tutti i particolari, Canetti è qui risalito ai suoi ricordi più remoti, cercando di ritrovare nella propria vita quella difficile verità che solo il racconto può dare. Dopo aver vagato per decenni fra migliaia di miti, di fiabe, di trame, si è rivolto a quell’unica storia che per ciascuno di noi è la più segreta ed enigmatica: la propria.
È una storia che comincia in una piccola città sul basso Danubio, dove «in un solo giorno si potevano sentire sette o otto lingue». In quella variopinta mescolanza di genti erano da tempo insediati i Canetti, dinastia di agiati commercianti ebrei di origine spagnola, tutti segnati da un forte «orgoglio di famiglia». Fra i primi ricordi incontriamo quello del grande magazzino del nonno, in cui si vendevano coloniali all’ingrosso, con il suo «odore meraviglioso», con i suoi sacchi di lenticchie, di avena, di riso, dove il bambino affondava le mani. Da quello scenario arcaico e variegato, commisto di Oriente e di Occidente, il cui sapore intride tutte le primissime esperienze del piccolo Elias, si verrà sbalzati, nel giro di pochi anni, in vari altri mondi: prima l’Inghilterra, dove si delinea la figura del padre, che lì muore improvvisamente, giovanissimo; poi Vienna, con lo scoppio della prima guerra mondiale, e infine Zurigo, il «paradiso» da cui Canetti sarà cacciato, adolescente, alla fine del libro. In tutte queste peregrinazioni vedremo svilupparsi un rapporto madre-figlio di una tale intensità, violenza, sottigliezza che potrebbe anche apparire inverosimile, se ogni parola non avesse il «suono giusto». Canetti è qui riuscito nell’impresa di trasporre la figura della madre dalla sempre dubbia verità delle «memorie» alla verità assoluta della letteratura.
Una passionalità smisurata lega questi due esseri, e il bambino di cui qui si racconta conosce in pochi anni, nel rapporto con la madre, tutti gli estremi della tenerezza ma anche della gelosia, della dedizione ma anche del feroce conflitto. E intanto assistiamo al nascere in lui di quella avida vocazione che poi lo accompagnerà sempre: innanzitutto nel rapporto con il linguaggio e con la parola scritta. Rapporto di superstiziosa venerazione, come di fronte a immense potenze cosmiche. Così la scoperta dei libri, degli scrittori, la scuola stessa – tutto si presenterà come uno di quegli appassionanti resoconti di esploratori che allora i bambini usavano leggere. E il ricordo si fermerà, via via, su una costellazione di scene, di personaggi, di apparizioni che mantengono nella scrittura l’intatta vivezza, l’emozione sospesa e irripetibile di ciò che succede per la prima volta.

Rodderick Duddle, Michele Mari ed. Einaudi
«Se avesse potuto gettare uno sguardo anche un solo istante nella mente di quell’uomo, Roderick si sarebbe messo a correre via senza fermarsi mai… Ma tu non scapperai, mio lettore, perché sei avido di sapere, perché ti ho scelto fra tanti, e perché, appunto, sei mio».  Michele Mari, Roderick Duddle

Come in una mappa.
Il cerchio si chiude.
Il doppio del doppio del doppio.
Nomi e cognomi.
Michele Mari ci accompagna alla scoperta del suo nuovo romanzo, Roderick Duddle, in un’intervista esclusiva in quattro parti, intitolate come quattro capitoli del libro.
leggete qui lo speciale sul sito della casa editrice

Il ragazzo invisibile, AA VV ed.Salani
recensione a cura di biblioragazzi letture

Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores non è solo un film,non è solo un fumetto e non è solo un libro. È soprattutto un esperimento di cross-medialità come già era stato Nirvana nel 1997. Un esperimento che dal mio punto di vista è sicuramente riuscito e che non vedo l’ora prosegua. Ma andiamo con ordine e partiamo dal libro.
La storia è un classico del genere superoistico: Michele è un ragazzo sfigato, vittima dei bulli della scuola (come Peter Parker, il mito del protagonista) che il giorno dopo l’ennesima umiliazione scopre di avere un potere speciale, può diventare invisibile. Ma per farlo ovviamente deve essere nudo. Michele sperimenta il suo potere come qualunque adolescente farebbe, vendicandosi dei bulli e andando dove a nessun maschio è concesso dì entrare: lo spogliatoio delle femmine! Tutto questo per lui non sarà altro che fonte di guai, ma quelli veri e più pericolosi devono ancora arrivare…
Il romanzo è scritto molto bene, è ricercato,non scontato e si legge d’un fiato, con belle citazioni musicali e grande sensibilità nel narrare l’età di mezzo, con i pensieri e i dubbi che si affrontano quando tutto intorno e dentro di te cambia molto,troppo in fretta. Gli scrittori, nonché sceneggiatori del film, hanno impostato libro come uno strumento per approfondire la psicologia e le vicende dei personaggi che nel film per ovvie esigenze di tempo,possono solo essere accennate. Un utile mezzo dunque per andare ancora più a fondo nella storia.
Il fumetto invece ci offre una visione parallela, con il focus incentrato su vicende collaterali alla storia principale, il tutto appunto per fornirci una veduta più ampia di quella esclusivamente filmica. Per il fumetto sono stati coinvolti alcuni fumettisti italiani che da anni lavorano per le major del fumetto Usa, è il risultato si vede eccome. Ma la cosa secondo me più importante è che tutti e tre i prodotti non sono delle semplici trasposizioni “all’italiana” di un genere tipicamente nord americano, ma sono una vera e propria rilettura del genere attraverso una sensibilità sicuramente diversa,non antitetica ma complementare.
Fun home, Alison Bechdel ed. Rizzoligraphic novel
Per tutta la vita Alison ha amato e temuto suo padre Bruce, un uomo enigmatico, distaccato, perfezionista. Gli altri membri della famiglia non sono da meno: a casa Bechdel la dedizione all’arte nelle sue varie espressioni, e il consolatorio appagamento che può offrire, hanno sostituito il calore e il nutrimento di una vera “casa”. La distanza tra padre e figlia potrebbe finalmente dissolversi quando i due confessano il segreto che li accomuna, l’omosessualità. Questo spiraglio verso una più profonda comunione, però, si richiude drasticamente: Bruce muore, forse per un tragico incidente o forse per un atto disperato. Alla figlia non resta che immergersi in un viaggio nella memoria, penoso e appassionato al tempo stesso, per ricomporre e rielaborare la propria storia e quella della sua famiglia. Fun Home è il diario di questo viaggio, un memoir a fumetti in cui la straordinaria ricchezza dei testi dialoga con l’eloquenza del disegno. Alison Bechdel sa fondere la finezza dell’ironia, delle citazioni, dei riferimenti letterari con la brutale onestà necessaria per raccontare le tensioni sotterranee della vita familiare e i conflitti che accompagnano la presa di coscienza della propria identità sessuale. Fun Home è la prova della maturità di una narratrice fuori dal comune. E un grande esempio della potenza espressiva del graphic novel contemporaneo.

Diario assolutamente sincero di un indiano part-time,
Sherman Alexie ed Rizzoli
recensione a cura di biblioragazziletture

Ho aspettato questo libro per mesi. Avevo letto recensioni bellissime. Avevo una gran paura di una delusione…e invece no. Il romanzo di Sherman Alexie è incantevole, dolce, divertente e fa riflettere. La storia dell’adolescenza di Junior, nato in una riserva indiana, ma costretto a studiare in una scuola di bianchi per sopravvivere, regala molti sorrisi, offre uno sguardo acuto sulla vita dei nativi americani, ma soprattutto è la storia di una crescita, del raggiungimento della maturità,attraverso la comprensione della legge più forte: il perdono.

Sì, sarò anche stato un ragazzo solo, ma avevo capito che non ero solo nella mia solitudine: c’erano milioni di altri americani che avevano lasciato le loro case per andarsi a cercare un sogno. Perché, sì, ero un indiano spokane. Sì, appartenevo a quella tribù. Ma appartenevo anche alla tribù degli stranieri in America. E alla tribù dei giocatori di basket. E anche quella dei patiti dei libri.
E alla tribù dei vignettisti.
E alla tribù dei segaioli cronici.
E alla tribù degli adolescenti maschi.
E alla tribù dei ragazzi di provincia.
E alla tribù degli abitanti del Nord-ovest americano.
E alla tribù degli appassionati di tortilla chips con salsa piccante.
E alla tribù dei poveri.
E alla tribù degli habitué dei funerali.
E alla tribù dei figli adorati dai genitori.
E alla tribù di quelli che sentono la mancanza del loro migliore amico.
Capire tutto questo è stato importantissimo.
È stato in quel momento che ha avuto la certezza che sarebbe andato tutto bene.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail

Presentazione “Lisario o il piacere infinito delle donne” finalista al Premio Strega


Sabato 24 maggio ore 18.30 incontro con Antonella Cilento autrice di
Lisario o il piacere infinito delle donneed. Mondadori
finalista al Premio Strega.
L’incontro sarà curato dalla libraja di Controvento,
da Roberto Perrotti che introdurrà l’autrice e
da Giulia Cutillo del Gruppo di Lettura della libreria.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail

Gruppo di Lettura: La donna della domenica

Il libro scelto per il prossimo incontro del Gruppo di Lettura è La Donna della Domenica di Fruttero & Lucentini ed. Mondadori (scheda).  Abbiamo discusso molto prima di decidere, devo dire che il vino e i taralli hanno sostenuto benissimo il dibattito 😉
Ognuno ha fatto la sua mozione degli affetti per convincere gli altri partecipanti a votare. In particolare Gaetano si è speso moltissimo per il suo “Vicolo del Mortaio” e Carlo per “54” dei Wu Ming. Abbiamo deciso che ai prossimi incontri rimetteremo al voto i libri proposti precedentemente che ritornano sempre nei nostri discorsi: Ebano…che piano piano stanno leggendo tutti e Stoner che qualcosa mi dice sarà il prossimo libro che leggeremo. E chi sarà invece a tenere il diario del prossimo incontro? Fatevi avanti! Per rileggere il diario di Carlo del terzo incontro cliccate qui.
Il libro arrivato quarto è La Schiuma dei Giorni di Boris Vian proposto via video dall’editore Marcos y Marcos. Vi siete persi il video? eccolo qui:

 

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail